MargheriteEstratto dalla Grande Dizionario Enciclopedico UTET, secondo la definizione del Dr. Rudy Lanza, la Naturopatia è: la sintesi di molteplici metodi naturali per il mantenimento e la tutela della salute dell’essere vivente in relazione alle caratteristiche costituzionali ed alle influenze ambientali, conformemente alle leggi biologiche che ne regolano l’esistenza”.

Estratto dal documento consegnato e protocollato presso gli uffici della Regione Toscana a seguito della Legge sulle Discipline Bio- Naturali del 2 gennaio 2005:

“Il Naturopata è un professionista multidisciplinare e interdisciplinare che opera al fine di favorire la piena consapevolezza di ciascun individuo in relazione al proprio stile di vita, per stimolare le proprie risorse vitali, tenendo presente la globalità della persona. Opera alla rimozione degli stati di disagio psicofisico per raggiungere e generare una migliore qualità della vita, secondo canoni che considerano la propria costituzione, il concetto di forza vitale e il flusso di questa nell’organismo.
Svolge la sua attività mediante consulenza, educando a stili di vita salubri e anche utilizzando metodiche non invasive di riflesso-stimolazione, nel rispetto del codice deontologico. Non interferisce in nessun caso nel rapporto medico-paziente”.

Il Naturopata, quindi è una figura professionale che opera nell’ambito delle Discipline Bio-Naturali che attraverso molteplici tecniche naturali, favorisce il mantenimento dello stato di salute e di benessere della persona, in base alle sue caratteristiche costituzionali (Terreno Costituzionale). Applica metodiche bio-energetiche e nutrizionali non invasive per stimolare nell’individuo le sue capacità di autoguarigione, considerando gli aspetti costituzionali e le influenze ambientali. Il naturopata professionista, operando autonomamente rispetto alle figure sanitarie, fornisce una consulenza attraverso l’educazione sui principi dell’alimentazione naturale, stili di vita “secondo natura”, l’utilizzo di Integratori Fito-Nutrizionali e quindi ha un ruolo di primaria importanza nel campo della Prevenzione Attiva.

Per comprendere meglio il suo operare bisogna approfondire le sue diverse funzioni importanti e necessarie al raggiungimento del benessere psicofisico e al ritorno dell’equilibrio.

  • Educativa: informando le persone che ricorrono alla sua consulenza su quelli che sono i comportamenti più idonei per il raggiungimento o il mantenimento dello stato di benessere.
  • Preventiva: riconoscendo predisposizioni e comportamenti inadeguati o tali da non favorire uno stato di salute ottimale e fornendo consigli idonei a prevenire l’insorgenza dei disturbi.
  • Assistenziale-Terapeutica: durante una malattia può essere un valido supporto ad eventuali terapie medico-chirurgiche per ottimizzarne l’efficacia e contenere i possibili effetti collaterali indesiderati.

Il Naturopata considera la persona nella sua globalità e, ricostruendo la sua storia, indaga sulle diverse cause che hanno determinato lo squilibrio psico-fisico e di conseguenza l’insorgere del disturbo. Stimola la capacità di autoguarigione e di consapevolezza di sè.
Utilizza tecniche come la Kinesiologia, l’Iridologia, la Riflessologia Plantare, la Fitoterapia, Nutrizione Ortomolecolare, ecc e la sua conoscenza della Medicina Tradizionale Cinese (MTC) che sono necessarie nel colloquio per individuare la tipologia della persona, le sue tendenze e le predisposizioni costituzionali ed i suoi squilibri energetici.

Il percorso didattico, in linea con gli standard formativi nazionali ed europei, consiste in un triennio di studio per conseguire le competenze necessarie allo svolgimento dell’attività di Naturopata professionista.

Il Naturopata si avvale delle seguenti metodologie :

– Iridologia

– Floriterapia

– Fitoterapia

– Integrazione/Nutrizione Ortomolecolare

– Riequilibrio Nutrizionale

– Test Kinesiologico

– Studio delle Intolleranze Alimentari

– Riflessologia Plantare

– altre discipline o metodologie sulla base della scelta personale dell’operatore